Divulgazione scientifica

Divulgazione scientifica

Il nostro impegno per cercare di orientarsi tra bufale, disinformazione e pregiudizi.

Immagine di copertina ripresa liberamente da upload.wikimedia.org

Lo scorso 9 novembre Jocelyn Bell Burnell è stata ospite eccezionale di una conferenza organizzata dal Planetario di Torino e dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare nella sala del teatro Piccolo Regio Puccini, gremita da un pubblico di tutte le età. Ricorre infatti il cinquantenario della pubblicazione della rivoluzionaria scoperta delle pulsar.

Venerdì, 09 Novembre 2018 00:00

Quando la scienza arma la guerra

Scritto da

Spesso le scoperte scientifiche sono finanziate e finalizzate per scopi bellici anche se la scienza, nella sua essenza profonda, non dovrebbe essere uno strumento di morte.

Venerdì, 19 Ottobre 2018 00:00

La catastrofe del riscaldamento globale

Scritto da

In vista della Conferenza Mondiale di Katowice (COP24) è uscito il rapporto annuale sul riscaldamento globale. E non ci sono buone notizie.

Una delle eredità meno piacevoli del positivismo ottocentesco, che ha avuto un revival nelle impostazioni riduzionistiche conseguenti allo sviluppo novecentesco della biologia molecolare, e ancora oggi sperimenta periodici e più o meno transitori ritorni di fiamma, è rappresentata dall’applicazione acritica di modelli evolutivi biologici al comportamento e alla cultura umana. Se non è stato difficile confutare, a livello intellettuale ma soprattutto politico, la prima, piuttosto rozza versione di questa proposta intellettuale, rappresentata dal Darwinismo sociale, le numerose ipotesi relative all’idea che lo sviluppo culturale e la posizione sociale siano, almeno parzialmente, determinate da fattori innati risultano in qualche modo più subdole e seducenti.

Venerdì, 12 Ottobre 2018 00:00

Il mondo senza zanzare

Scritto da

E se vi dicessi che si potrebbero eliminare del tutto le zanzare?

Quando vivevo a Ferrara per il dottorato ho sviluppato un certo odio, come molti, per le zanzare; infatti la città estense, posta al di sotto del livello del mare tra il Po e uno dei bracci del suo delta, in una zona molto umida e paludosa, è senza dubbio una delle città più infestate da questi fastidiosissimi animali. Non faceva differenza se era estate o inverno, loro c’erano sempre. Ed erano sempre affamate di sangue.

Pagina 1 di 8

Free Joomla! template by L.THEME

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti.