Pillole dal Giappone #259 – Nuovi progressi per la pace nell'Asia del Nord-Est

Pubblicato in Pillole dal giappone
Mercoledì, 03 Ottobre 2018 00:00

Il lavoro, con le parole dei lavoratori

Parola al lavoro e ai lavoratori

Frida Nacinovich, autrice di Con parole loro. L’amore per il lavoro nella tempesta del postfordismo, ha scritto un libro molto utile per capire e avvicinarsi al mondo del lavoro in Italia che è in continuo mutamento e, spesso, in rivolta. Inoltre, è davvero una bella raccolta di storie che narrano di uomini e donne che vivono i nostri complicati e, a volte, terribili tempi.

Pubblicato in Carta

Pillole dal Giappone #257 – Intenso lavoro diplomatico all'Assemblea ONU

Pubblicato in Pillole dal giappone

di Riccardo Chiari, articolo pubblicato sull'edizione de il manifesto del 22 settembre

Delocalizzazioni. Nuovo incontro al ministero, con la multinazionale belga che pur timidamente apre a una cessione anche a diretti concorrenti. La Fiom Cgil: "Aspettiamo ancora un'assunzione di responsabilità da parte di Pirelli, è paradossale che Bekaert abbia acquisito lo stabilimento da un competitor ma non intenda vendere a un concorrente”.

Pubblicato in Toscana

Pillole dal Giappone #256 – Abe rimane alla guida dei liberal-democratici

Pubblicato in Pillole dal giappone
Lunedì, 17 Settembre 2018 16:13

Sulla sviluppo della vicenda ILVA

Con l'accordo tra governo e Arcelor Mittal la pluriennale questione ILVA, resa famosa dal caso Taranto ma in realtà riguardante anche altri siti produttivi più piccoli nel Nord Italia, sembra finalmente avviarsi ad una chiusura.

Ma davvero le problematiche di natura sociale ed ambientale che avevano causato l'emergenza e l'intervento dello Stato sono state risolte una volta per tutte? Con questo ed altri interrogativi ci confrontiamo questa settimana, nella nostra rubrica a più mani.

Pubblicato in A Dieci Mani
Giovedì, 13 Settembre 2018 00:00

Il tempo libero nella società neoliberista

«Il tempo è una derrata rara, preziosa, sottomessa alle leggi del valore di scambio. Questo è chiaro per il tempo-lavoro perché è venduto e acquistato. Ma sempre di più il tempo libero stesso deve essere, perché sia consumato, direttamente o indirettamente acquistato. Norman Mailer analizza il calcolo di produzione relativo al succo di arancia messo sul mercato congelato o liquido (in cartoni). Quest’ultimo costa più caro perché nel prezzo vengono inclusi i due minuti guadagnati rispetto alla preparazione del prodotto congelato: al consumatore è in tal modo venduto il proprio tempo libero. Ed è logico, perché il tempo “libero” è in effetti tempo guadagnato, capitale capace di fornire reddito, forza produttiva virtuale, che occorre dunque riacquistare per poterne disporre»1.

Pubblicato in Società

Pillole dal Giappone #254 – Terremoto ad Hokkaido

Pubblicato in Pillole dal giappone

I dati congiunturali sull'occupazione vengono ormai accolti dalla stampa tra vere e proprie grida di giubilo, come se vi fosse una riduzione strutturale della disoccupazione in corso.

Pubblicato in A Dieci Mani

Nella prima parte di questa “miniserie” si era parlato nello specifico della situazione in Repubblica Ceca, e proprio da Praga – e dal tema dei rapporti con i suoi difficili vicini – conviene ripartire.

Pubblicato in Internazionale
Pagina 1 di 13

Free Joomla! template by L.THEME

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti.